FAQ:

Tariffario

 

I costi del Servizio di Mediazione (vedi Tariffa Standard Unioncamere) sono definiti dal Regolamento del Ministero di Giustizia n. 180 del 18 ottobre 2010 (art. 16, comma 4, tabella A).

È richiesto il pagamento delle spese di avvio, ammontanti a € 40,00 + IVA, che devono essere versate dalla parte istante all’atto della presentazione della domanda e dalla parte che accetta di partecipare all’incontro all’atto del deposito della risposta e comunque prima dell’incontro.

Il primo incontro (preliminare) di mediazione, dove il mediatore verifica con le parti la possibilità di proseguire con l’incontro di mediazione, è gratuito (sono dovute solo le spese di avvio senza le indennità di mediazione). Se il primo incontro si conclude senza che le parti abbiano raggiunto un accordo il mediatore redige il verbale di mancato accordo e nessun compenso è dovuto all'organismo di mediazione. Se all'esito del primo incontro le parti decidono di continuare nel procedimento di mediazione, il mediatore redige un verbale intermedio in cui da atto di ciò e del fatto che le parti vogliono tentare la conciliazione avendo cura comunque di farlo sottoscrivere alle parti e ai loro avvocati presenti. Da questo momento le parti sono tenute a corrispondere le indennità di mediazione.

Si ricorda che il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro sino alla concorrenza del valore di 50.000 euro.

È previsto un beneficio fiscale con credito di imposta fino a 500 euro in caso di conciliazione e di 250 euro anche in caso di mancato accordo.